L’inverno nel camino

Il primo fuoco di stagione

 

Ogni prima volta che accendo il camino sento che il tempo sta passando. È strano perché di solito è l’arrivo dell’estate a  risvegliarmi. Ma l’atto di accendere il camino viene compiuto e l’estate arriva da sola.
Credo sia questo.
Ho un rapporto intimo col fuoco,  affinché viva e liberi la
propria forza deve essere alimentato, si deve curare e cullare e lui ti è fedele. Reagisce alle tue azioni.
Intrigante anima che si abbandona  alle mani del  creatore…
 Le azioni sono sempre le stesse: liberi il piano, sistemi un po’ di carta, poi i ciocchi ed in fine la miracolosa -diavolina- che risparmia lo sbattimento della legna che non prende.
Inizia la combustione: reazione chimica tra una sostanza combustibile e una sostanza comburente; processo affascinante che si esprime e si rivela nella fiamma, emana luce e calore; trasforma la materia in altra materia. A questo evento ho accompagnato la distruzione fisica di una parte di passato recente.
In un attimo di lucida determinazione psicotica. ho dato in pasto alle fiamme quei trascorsi appartenenti ad una vita che non c’è più, parole di carta che “fisicamente” si presentavano togliendo spazio.
Cenere che ho gettato consapevolmente.
Ho reso quel che mi era stato dato. nel gesto simbolico ho voluto lasciar andare il ricordo.
Dopo questo rito è rimasta la brace
Ho provato confusione e sollievo
Solo brace, proprio così.

La brace porta in seno le caratteristiche del fuoco ma non le svela, non le dichiara: pulsa come dopo aver fatto sesso. La calma apparente cela il mormorio del sangue che continua a martellare in tutto il corpo ancor di più la dove l’orgasmo è esploso. La pelle brucia mentre lentamente l’organismo di acquieta e come la brace si spegne.
Fa pensare al calore di corpi che si scoprono, scaldano e si alimentano fino a manifestarsi nella bramosia di appartenersi sin nelle viscere.
Il fenomeno del desiderio manifesta così l’intento di abbandonarsi,
così come la fiamma è la manifestazione di una reazione chimica, sprigionando energia.

..combustione lenta….

In filosofia viene indicato come fenomeno ciò che conosciamo attraverso l’esperienza e i sensi, in genere si usa questo termine per indicare una manifestazione o un evento che cattura l’attenzione…
-pensiero-
Catturata dal camino che ardeva e chiedeva respiro
mi son lasciata andare ai sensi
di cui la fiamma si è alimentata
e mi ha reso  brace di resti
ancora pulsanti di desiderio
Annunci

2 pensieri riguardo “L’inverno nel camino

  1. è un cammino interessante il tuo…tra fuochi e ceneri, bruci…e ardi la tua voglia di vivere, consumi l’attimo carburato dalla voglia di scoprire, scoprirti…è un bel procedere il tuo…anche in questo brano, molto poetico, affronti “il fenomeno” evento, con la vita, è una bella metafora, degna di un anima poetica…!!il fuoco de sempre è passione…e le ceneri da sempre rimpianto…ma nel tuo bruciare/vivere c’è il tuo essere giovane donna ossservatrice della giostra dell’universo…e nella magia della carburazione, di questa fusione tra elementi che si uniscono e in un lungo amplesso buciano…consumano…si trasformano in calore…!!!ciao donna viandante….Lorenzo

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...