Morte bianca

In abissi ovattati di cemento
volti senza identità svendono
frenetiche vite di stracci
lungo viali di aride bugie.

Corpi di eguale fattura
come gregge fantasma
passeggiano tra cipressi
piegati dal tempo.

Ombre vuote al servizio
del nulla promesso eseguono
la condanna del martirio indolore.

Intanto un sogno muore
tra le braccia indifferenti
di una madre senza lacrime.

Dove la ragione non ha potere
l’anima protegge se stessa
restituendo al vento il volo
di un incanto.

Annunci

7 thoughts on “Morte bianca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...