Un accenno…

Il viaggio

 

Il primo vero viaggio che compiamo è al momento del parto, è scritto e deciso sin dal primo respiro; siamo creati per esplorare e conoscere, le prime valige sono preparate dai nostri genitori, metà del loro patrimonio genetico e, a caso, la base del nostro destino diviene eterna. Come vagabondi, maschio o femmina, saremo agnelli in mezzo ai lupi e viceversa, perché la dualità convive e condivide ogni esperienza.
In questo primo bagaglio ci sono i connotati fisici e chimici che durante la gestazione si sono ordinati e trasformati,  ci rendono unici agli occhi del mondo, nel bene e nel male; al momento del parto inizia la grande metafora della vita, in primo luogo il distacco che è l’incognita ricorrente in ogni scelta. Trascorri tutta la tua esistenza a costruire, a fare e disfare valige, rimane sempre addosso la sensazione atavica del ritorno, della riconciliazione.
Si parte per tornare in se stessi, si “procede” alla ricerca di un luogo ideale nel quale sentirsi sazi ed appagati, la strada che accompagna “ guada dolori/ corteggia illusioni/ senza intenzioni ci conduce”( da "Ne vale la pena" di Lorenzo Devanne ).

Questo vagare porta a creare un altro patrimonio che, come quello genetico, è esclusivo dell’individuo -la memoria dell’anima- una specie di biblioteca di cui si occupano i sensi, basti pensare allo sviluppo cognitivo di un bambino per comprendere la nostra natura, nelle sue continue scoperte vi è l’adulto che sarà, è racchiusa tutta l’esistenza dell’uomo.
Il processo di apprendimento rimane come traccia che si affina nel tempo, col quale inizia un viaggio parallelo, il viaggio della mente dove non ci sono confini, si oltrepassano soglie proibite senza muovere un passo, respirando profondamente e ritornando a quella prima boccata di ossigeno che ha invaso i polmoni facendoli bruciare.

 

chiuso nella stanza dei tuoi segreti

sei distante, lontano dalle carni avide d’illusioni

inchiodato al divano dei tuoi amplessi

vaghi libero e sereno sulla lacrima di miele

che adorna il tuo sorriso beffardo

nel sensuale viaggio di una mente tormentata

  •  Simona Scudeller

 

 

Annunci

6 pensieri riguardo “Un accenno…

  1. la poesia finale…
    simona…
    è stupenda!
    so che è banale dirlo così ma a volte di fronte ad una meraviglia sappiamo dire solo “bello”.
    ecco sono attonita di fronte a quelle gocce di perfezione!

    posso metterla nella colonna a sinistra del template dove raccolgo le frasi che mi piacciono di più????
    [ovviamente citando che è tua^^]

    Mi piace

  2. La vita è un eterno viaggio, e anche quando muta e si fa’ storia, passi calcatio che costruiscono ogni giorno quel complesso mosaico che rappresenta poi, noi stessi… Per quanto ria la sorte, ne vale sempre la pena oggi, domani e per altre vite ancora. Fino a che ci sia da apprendere anche un filo di conoscenza che completi l’essere e lo ponga sul suo binario, lesto a scivolare nel grogiulo del magma prmordiale.Dove tutto ebbe inizio, e dove sara’ la fine.
    Ciao anima dubbiosa, hai piu’ certezze tu di quante se ne possono avere per tre vite, ma sopratutto hai la curiosita’ e la voglia di domandarti perchè.

    Mi piace

  3. hai tracciato un analisi importante della piega più evidenta della nostra vita, la costruzione della memoria dell’anima…che spesso resta silenziosa e diomenticata, come tracce segnate e poi lasciate lì con molta superficialità..siamo in un viaggio, in cerca della nostra anima…overo un viaggio in cui l’anima si ritrova nella memoria, …e la poesia ha l’arte di ritrovare le immagini perse nella memoria…ogni passo è un tassello del nostro arcodamore….ciao filosofa…e onorato del tuo riferimento ad una mia poesia…infatti il tuo tema, è un tema a me molto caro…la ricerca di “sophie”….bacio Lorenzo

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...