Rifletto girovagando nella memoria

    • chiuso nella stanza dei tuoi segreti sei distante,
      lontano dalle carni avide d’illusioni
      inchiodato al divano dei tuoi amplessi
      vaghi libero e sereno sulla lacrima di miele
      che adorna il tuo sorriso beffardo
      nel sensuale viaggio di una mente tormentata

E’ un’immagine che mi ha sempre attratto e anni fa ho voluto “fotografarla” in poche righe di riflessione, mettendo in croce due parole a dare un senso e materia a cio che d’impalpabile si presentava alla mente. Ora come allora, forse anche più di allora, c’è nella memoria questa sorta di figura elegante, forte, profilo di un uomo ancora sulle tracce di una vita. Ed io sono lì a contemplare l’Uomo, assorta e devota,  quasi in debito per l’insegnamento ricevuto.

Passano gli anni e sempre più si radica in me la convinzione che la magia delle affinità elettive esista, che chi si deve incontrare si incontrerà, che è solo questione di consapevolezze. Riposo i pensieri in questa alcova di ricordi e mi lascio abbracciare….

Simo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...