Lucida follia

Un ossimoro a cui sono strettamente legata.
Riflesso di percorsi inattesi che, forse, non sono sempre stati buoni e giusti.
Per gli altri dico, loro, buoni e giusti!
Mi ci sento proprio bene in questa pelle, sì, nonostante il basso profilo ed i periodi intrisi di grigio e polvere di vetro; nonostante i pugni nello stomaco, induzioni di regole precotte.
Già, incasso e rifletto. Mi fermo, assorbo il giudizio di chi non vede con i miei occhi il bello di una sfumatura che rende meno folle, appunto, il destino.
E comprendo i motivi, le solitudini, le barricate. Comprendo il rifiuto e la fascinazione.
Non chiedo più di quanto sia necessario ad alimentare la fiamma delle emozioni.

– va bene così –

Sono certa che quel briciolo di lucida follia mi sia compagna e fedele amica dall’origine di – me -. Una delle chiavi delle roccaforti solitarie avvistate sul mare.
Passo dopo passo, serena e leggera ( quando riesco ) per dirmi che, comunque vada, sono ( abbastanza ) cosciente in quello che faccio, pur vivendo di dettagli e attimi rubati che mi appartengono senza riserve.
Sorrido, quando la comprensione va oltre le parole, quando basta sentire e si procede, un piede dopo l’altro, trovando sempre un rifugio in ogni notte sospesa, senza chiedersi cosa avrà in serbo l’alba.

«Le persone a volte
dimenticano se stesse.
Io non mi ritrovo mai,
torno da sola.
E succede
oltre ogni aspettativa
ancora presente
Io »

porta socchiusa1 BN

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...