Scrivo dell’altra me

Hugh_Ramsay_-_Nude_reclining_-_Google_Art_Project

Ogni riflesso tra le rughe
dice storie che il pudore
rigido maestro
non lascia passare

Quei fili di stupore
gioielli di inattesi bagliori
definiscono il dolore
che veglia dietro l’iride

[Scrivo a te
anche quando quel nome
non è il tuo]

E le parole sono lì
in punta di respiro
pronte a prendere vita
increspate di sale

Soffocate dalla paura
restano mute
sfuggendo ad ogni controllo
a rivendicare il diritto d’esistenza

[Ci sei tu con me
anima mia
in me esisti
e della tua vita
io scrivo]

Estemporanea del lunedì
14 dicembre 2015 Simona Scudeller

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...