Disegno visioni

In punta di piedi
giro e svolto
infinite esistenze
avvinghiate al respiro

Cado stanca
in ginocchio piango
e chiedo misericordia
per la fame di vita

Del perdono
a desideri dismessi
non c’è traccia

Allora disegno i sogni
danzo illusioni
abbraccio stretta
l’emozione di altri

Torno leggera
al piacere di un bacio
ingorda di follia
nella visione di domani

Simona Scudeller

@ 4 gennaio 2016 estemporanea del lunedì

Far poesie è come far l’amore: non si saprà mai se la propria gioia è condivisa
Cesare Pavese

Klimt

P.S. Il 27 dicembre scorso ero in giro per Bari e ho mancato l’appuntamento galante del lunedì con il testo di getto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...